Lidia Borghi Body Wrapper

“Zio Frank”. Una recensione

“Zio Frank” è un film del 2020 diretto da Alan Ball e interpretato da Paul Bettany e Sophia Lillis. Frank Bledsoe è un docente di letteratura nato in uno sperduto centro rurale della Carolina del sud e vive a New York con il compagno Wally. Il suo orientamento sessuale è una cosa inconcepibile nel posto da cui proviene; i suoi familiari non sanno di lui o almeno questo è quel che lui crede.

È il 1969 e tutta la famiglia è riunita per festeggiare il compleanno del patriarca, Mac; la giovane Beth stravede per lo zio perché è diverso dagli altri: è profumato, ha le unghie pulite e curate, è un letterato, un intellettuale, “era l’unico adulto che mi guardava negli occhi.”, dice la sua voce fuori campo. È lui a dirle che non deve aver paura di essere ciò che è e la spinge a valutare l’ipotesi di andare all’università; Beth segue il suo consiglio e dopo il college si trasferisce a New York per studiare nello stesso ateneo in cui lui insegna.

Quattro anni dopo Frank riceve una telefonata dalla madre, il vecchio è morto, ma lui non vuole andare al funerale; parte il flashback, un giovane liceale si innamora di un ragazzo, il padre lo scopre a letto con lui e lo terrorizza: “Non voglio più che tu veda il giovane Lassiter. Se scopro che lo vedi ancora uccido entrambi. In questo modo ti stai giocando l’anima figliolo, ti stai aprendo alla depravazione. Vuoi essere una checca? Mh? Un finocchio? Quella è perversione.” Frank non si riprenderà mai più dal trauma e inizierà a bere.

Il punto di svolta della vicenda è il pranzo dopo le esequie: i familiari si riuniscono davanti a un ricco buffet di pietanze fatte in casa; quando l’avvocato legge il testamento Frank apprende che il padre gli ha lasciato in eredità il suo crudele outing. Sconvolto, scappa via, è ubriaco marcio, la disperazione lo conduce nel luogo in cui tutto era cominciato, in cui si era innamorato, prima della vergogna, prima del dramma.

“Zio Frank” è un film sì drammatico, ma con diversi momenti di levità capaci di stemperare il dolore. Alan Ball ha strutturato la pellicola in modo da farne un Road movie e una storia di formazione nello stesso tempo: Beth considera lo zio un mentore, un modello da seguire e quando la morte del nonno la costringe a tornare a casa in macchina, “mamma mi strozzerebbe se prendessi un aereo.”, il viaggio si rivela il mezzo ideale per rafforzare il suo legame con lui e scoprire altre affinità elettive. Durante un’intervista Paul Bettany ha affermato che viaggiare in macchina è bello perché si ha molto tempo per parlare e di tempo zio e nipote ne hanno avuto tanto, mentre attraversavano cinque stati per tornare a casa.

Nel film l’outing riveste un ruolo fondamentale, poiché è grazie a quell’atto di cattiveria feroce che Frank può infine smettere di tormentarsi e affrontare la famiglia da adulto responsabile, con meno peso sul cuore e una maggiore consapevolezza.

“Zio Frank” è ambientato tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio dei Settanta, quando il movimento per i diritti LGBTI era appena nato, ma l’omosessualità era ancora punita dalla legge, motivo per cui il protagonista si raccomanda con il suo compagno affinché non si lasci andare a effusioni in pubblico, ma è proprio Wally a rendere la narrazione più leggera, capace com’è di attenuare la tensione con la sua premurosa dolcezza e la sua saggezza. Con una battuta che fa venire in mente le parole di Ilaria Occhini in “Mine vaganti” di Özpetec, “La terra non può volere male all’albero.” dice a Frank, riferendosi ai suoi parenti stretti: “Tu discendi da loro, non possono essere così male.” e lo lascia ammutolito e pieno di stupore.

“Zio Frank” è un film riuscito che deve molto non solo al tema trattato, ma anche alla bravura delle e degli interpreti; va dritto al punto e parla di responsabilità e di crescita, della paura e del coraggio necessario per affrontarla. “Sapere chi sei ti dà potere.” dice Bettany, il potere di vivere come persone autentiche senza doversi vergognare per quel che si è.

Condividi su
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se continui la navigazione accetti l’utilizzo dei cookie. View more
Cookies settings
Accetta
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie nameActive
Chi siamo L\\\\\\\'indirizzo del nostro sito web è: https://lidiaborghi.it. Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti Quando i visitatori lasciano commenti sul sito, raccogliamo i dati mostrati nel modulo dei commenti oltre all\\\\\\\'indirizzo IP del visitatore e la stringa dello user agent del browser per facilitare il rilevamento dello spam. Una stringa anonimizzata creata a partire dal tuo indirizzo email (altrimenti detta hash) può essere fornita al servizio Gravatar per vedere se lo stai usando. La privacy policy del servizio Gravatar è disponibile qui: https://automattic.com/privacy/. Dopo l\\\\\\\'approvazione del tuo commento, la tua immagine del profilo è visibile al pubblico nel contesto del tuo commento. Media Se carichi immagini sul sito web, dovresti evitare di caricare immagini che includono i dati di posizione incorporati (EXIF GPS). I visitatori del sito web possono scaricare ed estrarre qualsiasi dato sulla posizione dalle immagini sul sito web. Modulo di contatto Cookie Se lasci un commento sul nostro sito, puoi scegliere di salvare il tuo nome, indirizzo email e sito web nei cookie. Sono usati per la tua comodità in modo che tu non debba inserire nuovamente i tuoi dati quando lasci un altro commento. Questi cookie dureranno per un anno. Se visiti la pagina di login, verrà impostato un cookie temporaneo per determinare se il tuo browser accetta i cookie. Questo cookie non contiene dati personali e viene eliminato quando chiudi il browser. Quando effettui l\\\\\\\'accesso, verranno impostati diversi cookie per salvare le tue informazioni di accesso e le tue opzioni di visualizzazione dello schermo. I cookie di accesso durano due giorni mentre i cookie per le opzioni dello schermo durano un anno. Se selezioni \\\\\\\"Ricordami\\\\\\\", il tuo accesso persisterà per due settimane. Se esci dal tuo account, i cookie di accesso verranno rimossi. Se modifichi o pubblichi un articolo, un cookie aggiuntivo verrà salvato nel tuo browser. Questo cookie non include dati personali, ma indica semplicemente l\\\\\\\'ID dell\\\\\\\'articolo appena modificato. Scade dopo 1 giorno. Contenuto incorporato da altri siti web Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati da altri siti web si comportano esattamente allo stesso modo come se il visitatore avesse visitato l\\\\\\\'altro sito web. Questi siti web possono raccogliere dati su di te, usare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti e monitorare l\\\\\\\'interazione con essi, incluso il tracciamento della tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quei siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Se lasci un commento, il commento e i relativi metadati vengono conservati a tempo indeterminato. È così che possiamo riconoscere e approvare automaticamente eventuali commenti successivi invece di tenerli in una coda di moderazione. Per gli utenti che si registrano sul nostro sito web (se presenti), memorizziamo anche le informazioni personali che forniscono nel loro profilo utente. Tutti gli utenti possono vedere, modificare o cancellare le loro informazioni personali in qualsiasi momento (eccetto il loro nome utente che non possono cambiare). Gli amministratori del sito web possono anche vedere e modificare queste informazioni. Quali diritti hai sui tuoi dati Se hai un account su questo sito, o hai lasciato commenti, puoi richiedere di ricevere un file esportato dal sito con i dati personali che abbiamo su di te, compresi i dati che ci hai fornito. Puoi anche richiedere che cancelliamo tutti i dati personali che ti riguardano. Questo non include i dati che siamo obbligati a conservare per scopi amministrativi, legali o di sicurezza. Dove spediamo i tuoi dati I commenti dei visitatori possono essere controllati attraverso un servizio di rilevamento automatico dello spam. Le tue informazioni di contatto Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell\\\\\\\'utente Requisiti di informativa normativa del settore
Save settings
Cookies settings
Licenza Creative Commons
Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale