Lidia Borghi Body Wrapper

Gay o no intanto ti insulto


di Lidia Borghi


A volte capita di leggere delle scritte omofobe sui muri, anche se non è infrequente trovarne sui bus, sulle metropolitane e negli androni dei palazzi.

Sembra che nessuno faccia caso a quelle frasi violente, anzi, molti non le considerano neanche tali, malgrado a volte contengano riferimenti chiari a chi si vuol colpire, uno studente, un compagno di squadra, un collega di lavoro. O un preside.


È quello che è accaduto a Gianluca Dradi, direttore scolastico del liceo scientifico Oriani di Ravenna. Un giorno su uno dei muri dell’istituto è comparsa la scritta “il preside è gay” e quando Dradi è venuto a saperlo in un primo momento non ha dato importanza alla cosa, poi, come ha chiarito sul suo profilo Facebook, ha scelto di lasciarla affinché chi l’ha scritta si renda conto che la sua non è un’offesa. A offendere è semmai il fatto che l’autore la consideri tale. Il preside ha concluso: “A me non importa chi sia stato. Non la farò cancellare, resti lì come una pietra d’inciampo per l’intelligenza umana.”

Come molti professori italiani quello del liceo ravennate sa che il bullismo, anche di tipo omofobico, finisce per colpire gli adolescenti fragili, così la sua scelta è diventata un messaggio educativo.

Al quotidiano Il resto del CarlinoDradi ha aggiunto: “Mi piacerebbe che fra qualche tempo l’autore, ripassando davanti a quel muro, possa ravvedersi e vergognarsi di aver pensato che quell’epiteto fosse un’offesa.”

“Il gesto vale più di una lezione o di una conferenza.” ha dichiarato all’emittente Tele Romagna 24.

Sofia Dradi così si è espressa: “Fiera di essere figlia di quest’uomo.”

Ciro Di Maio, presidente di Arcigay Ravenna, ha detto: “Troviamo la modalità scelta dal preside un eccellente esempio dal punto di vista dell’educazione (…); l’educazione non si può fare solamente sui libri (…), ma anche con il buon esempio e (…) i principi di solidarietà e rispetto.”

La cronaca recente ha evidenziato diversi attacchi omofobi, come nel caso di Roberto Mantovani, il tassista bolognese che su Radio Città del Capoconduce il programma Radiotaxi Stories-Bologna 5 in 3 minuti. Mantovani ha sempre preso una posizione netta contro omofobia e xenofobia, ma il suo senso civico deve aver pestato i calli a qualche teppista, che gli ha fatto trovare la scritta “muori frocio” davanti al portone di casa e altre sorpresine al sapor di fascismo.

Il giornalismo e la politica hanno da tempo legittimato l’omofobia: è della fine di gennaio 2019 il titolo del quotidiano Liberosul Pil che cala e sui gay che aumentano, mentre risale alla metà dello stesso mese l’insulto di un consigliere comunale leghista di Bolzano, tale Kurt Pancheri, che durante una seduta in Comune si è rivolto alle associazioni Lgbt con la frase “quelle dei finocchi”; Pare che si sia scusato. Pare.

A luglio 2018 il quotidiano online Gaypostha pubblicato i numeri dell’emergenza sociale dell’omofobia: dal 2012 a oggi ci sono state 662 vittime dell’odio omotransfobico, tra cui ventuno omicidi e trentaquattro suicidi. A dirlo è l’indagine svolta dall’associazione GeCO, Genitori e figli Contro l’Omotransfobia. “Idati degli ultimi mesi hanno registrato un’impennata omofobica di dimensioni preoccupanti. – ha detto Milena Quercia, presidente dell’associazione – Un raddoppio improvviso dei casi denunciati non può che essere uno dei frutti di un clima di violenza generale (…) che si riversa anche ma non solo sulle persone omosessuali, bisessuali o transessuali.

Dalle pagine di Tempi di fraternitàho già denunciato la mancanza in Italia di una legge che punisca gli atti omotransfobici, fisici o verbali, poi penso che il DDL Disposizioni in materia di contrasto dell’omofobia e della transfobiaprede polvere in Parlamento da cinque anni e a chi afferma che le persone LGBTQ+ sono già tutelate dalla giurisprudenza, per cui una legge del genere non serve. Le cose cambiano in continuazione, ci vuole solo tanta pazienza. Come disse Eduardo, a da passà ‘a nuttata.


Condividi su
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se continui la navigazione accetti l’utilizzo dei cookie. View more
Cookies settings
Accetta
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie nameActive
Chi siamo L\\\\\\\'indirizzo del nostro sito web è: https://lidiaborghi.it. Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti Quando i visitatori lasciano commenti sul sito, raccogliamo i dati mostrati nel modulo dei commenti oltre all\\\\\\\'indirizzo IP del visitatore e la stringa dello user agent del browser per facilitare il rilevamento dello spam. Una stringa anonimizzata creata a partire dal tuo indirizzo email (altrimenti detta hash) può essere fornita al servizio Gravatar per vedere se lo stai usando. La privacy policy del servizio Gravatar è disponibile qui: https://automattic.com/privacy/. Dopo l\\\\\\\'approvazione del tuo commento, la tua immagine del profilo è visibile al pubblico nel contesto del tuo commento. Media Se carichi immagini sul sito web, dovresti evitare di caricare immagini che includono i dati di posizione incorporati (EXIF GPS). I visitatori del sito web possono scaricare ed estrarre qualsiasi dato sulla posizione dalle immagini sul sito web. Modulo di contatto Cookie Se lasci un commento sul nostro sito, puoi scegliere di salvare il tuo nome, indirizzo email e sito web nei cookie. Sono usati per la tua comodità in modo che tu non debba inserire nuovamente i tuoi dati quando lasci un altro commento. Questi cookie dureranno per un anno. Se visiti la pagina di login, verrà impostato un cookie temporaneo per determinare se il tuo browser accetta i cookie. Questo cookie non contiene dati personali e viene eliminato quando chiudi il browser. Quando effettui l\\\\\\\'accesso, verranno impostati diversi cookie per salvare le tue informazioni di accesso e le tue opzioni di visualizzazione dello schermo. I cookie di accesso durano due giorni mentre i cookie per le opzioni dello schermo durano un anno. Se selezioni \\\\\\\"Ricordami\\\\\\\", il tuo accesso persisterà per due settimane. Se esci dal tuo account, i cookie di accesso verranno rimossi. Se modifichi o pubblichi un articolo, un cookie aggiuntivo verrà salvato nel tuo browser. Questo cookie non include dati personali, ma indica semplicemente l\\\\\\\'ID dell\\\\\\\'articolo appena modificato. Scade dopo 1 giorno. Contenuto incorporato da altri siti web Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati da altri siti web si comportano esattamente allo stesso modo come se il visitatore avesse visitato l\\\\\\\'altro sito web. Questi siti web possono raccogliere dati su di te, usare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti e monitorare l\\\\\\\'interazione con essi, incluso il tracciamento della tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quei siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Se lasci un commento, il commento e i relativi metadati vengono conservati a tempo indeterminato. È così che possiamo riconoscere e approvare automaticamente eventuali commenti successivi invece di tenerli in una coda di moderazione. Per gli utenti che si registrano sul nostro sito web (se presenti), memorizziamo anche le informazioni personali che forniscono nel loro profilo utente. Tutti gli utenti possono vedere, modificare o cancellare le loro informazioni personali in qualsiasi momento (eccetto il loro nome utente che non possono cambiare). Gli amministratori del sito web possono anche vedere e modificare queste informazioni. Quali diritti hai sui tuoi dati Se hai un account su questo sito, o hai lasciato commenti, puoi richiedere di ricevere un file esportato dal sito con i dati personali che abbiamo su di te, compresi i dati che ci hai fornito. Puoi anche richiedere che cancelliamo tutti i dati personali che ti riguardano. Questo non include i dati che siamo obbligati a conservare per scopi amministrativi, legali o di sicurezza. Dove spediamo i tuoi dati I commenti dei visitatori possono essere controllati attraverso un servizio di rilevamento automatico dello spam. Le tue informazioni di contatto Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell\\\\\\\'utente Requisiti di informativa normativa del settore
Save settings
Cookies settings
Licenza Creative Commons
Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale